Ninànnaò
Cutugno/Cutugno-Leon

Quanti bambini nel mondo
Si addormentano sotto un tetto di stelle
Quanti bambini nel mondo
Non ascoltano mai le fiabe più belle
Troppi bambini nel mondo
Hanno negli occhi il terrore di cieli infuocati
E uomini…non saranno mai

I piccoli bimbi di Bucarest
Sotto i marciapiedi…emarginali
Quei cuccioli di Rio de Janeiro cresciuti
Nella violenza
E bimbi non sono stati mai

Ni na nina nànna ninànnaò
Pour tous les enfants du monde un peu d’amour
Ni na nina nànna ninànnaò
Y’a pas d’enfants dans le monde d’un Dieu mineur

S.O.S. siamo ai limiti della crudeltà degli uomini
Ninna nanna ninna oh questo bimbo a chi lo do
Ninna nanna fait dodo

Quanti bimbi del Bangladesh
Hanno solo la colpa di esserci nati
Belle bamboline di Bangkok
Violentate e bambine non sono mai state
Angioletti del terzo mondo
Con quegli occhioni grandi e il pancino ogni
Giorno più gonfio
E con gli anni contati ormai

Ni na nina nànna ninànnaò
Pour tous les enfants du monde un peu d’amour
Ni na nina nànna ninànnaò
Y’a pas d’enfants dans le monde d’un Dieu mineur

S.O.S. siamo ai limiti dell’incivilità degli uomini
Ninna nanna ninna oh questo bimbo a chi lo do
Ninna nanna fait dodo

Per tutti i bimbi del mondo ci vuole amore
Non ci sono bimbi nel mondo di un Dio minore
S.O.S. siamo ai limiti siamo ai limiti degli argini

Ninna nanna ninna oh questo bimbo a chi lo do
Lo daremo a l’uomo nero che lo tiene un’anno intero