Un falco chiuso in gabbia
Cutugno/Cutugno-De Marinis

A volte le parole dette son velenose e maledette
E sfoghi tutta la tua rabbia sei come un falco chiuso in gabbia
Il tuo rifugio è la tua stanza e poi rifiuti e neghi l’evidenza
Di un amore malato di un amore ferito fra di noi

Due fari spenti nella notte e con l’orgoglio io faccio a botte
Ti vedo li fra le sue braccia le stesse smorfie la stessa faccia
E nel silenzio muoio dentro ti sto perdendo e sale il mio tormento
Di un amore tradito di un amore sconfitto

Ci siamo persi tante volte dentro a delle stupide bugie io e te
Ci siamo amati e odiati per assurde gelosie
Fra mille dubbi ma senza un perché
Come eravamo felici e come si stava bene sempre insieme
E i nostri sogni invano mano nella mano
Ma tu adesso con chi sei
Dove sei

Ci sto provando a dare un senso
Ma quale senso se poi ci penso
Che non ti ho dato mai abbastanza
Invece tu mi hai dato la tua esistenza

Ma adesso basta vado avanti
Ma che fatica andare a passi stanchi
Di un amore sprecato di un amore sfinito

Ci siamo perdonati emozionati dentro un letto caldo io e te
Ho scritto tante volte dentro a mille rose rosse
Sei la mia vita e fai parte di me
Come eravamo felici e come si stava bene sempre insieme
E i nostri sogni invano mano nella mano
Ma tu adesso non ci sei

Ci siamo persi tante volte dentro a delle stupide bugie io e te
Ci siamo amati e odiati per assurde gelosie
Fra mille dubbi ma senza un perché
Come eravamo felici e come si stava bene sempre insieme
E i nostri sogni invano mano nella mano
Ma tu adesso non ci sei

A volte le parole dette son velenose e maledette